Thursday, 30 April 2009

who'd be a referee?

Did I say, perhaps, that there was never any violence in the Prima Categoria where last weekend's unedifying experience took place? I meant by that of course only to refer to the stands (where they exist) or the concrete steps or grassy slopes which more often take the place of such undreamt of luxuries. On the pitch things can be a little different; last Sunday saw elsewhere in the same section of the division an episode of truly startling drama. I reproduce for you the judgement of the local sporting authorities - alas in Italian. No translation of mine could hope to reproduce the stiff formalities of the language or the intrinsic hilarity - that is to say, scandalous and disgraceful nature - of the events here described. Of limited interest, perhaps, but I know that a few of you will enjoy it.

LA VETRICE - CANARINI ROCCA DI PAPA

Il Giudice Sportivo:

- esaminati gli atti ufficiali di gara, rileva quanto segue:

- al 30' del primo tempo veniva allontanato il dirigente accompagnatore della Società LA VETRICE, D'ULIZIA MARCO, per aver rivolto all'Arbitro, espressioni offensive ed irriguardose;

- al 32' del primo tempo veniva allontanato il dirigente addetto all' Arbitro della Società LA VETRICE, LUZZI MARIO, per avere rivolto all' Arbitro, espressione offensiva. Alla notifica del provvedimento disciplinare, tentava di aggredirlo;

- al 42' del secondo tempo, in seguito alla concessione di un calcio di rigore in favore della Società CANARINI ROCCA DI PAPA, alcuni calciatori della Società LA VETRICE, accerchiavano l'Arbitro e lo spintonavano, facendolo indietreggiare;

- tra questi, l'Arbitro individuava il n. 5 MORONI ALESSANDRO che lo spintonava a mani aperte, procurandogli leggero momentaneo dolore, ed una escoriazione sull'avambraccio con fuoriuscita di sangue e la rottura del cronometro; - il Direttore di gara espelleva il MORONI e faceva riprendere il gioco;

- al 46' del secondo tempo l'Arbitro ammoniva per reciproche scorrettezze i calciatori MANIERI ANDREA della Società CANARINI ROCCA DI PAPA e FACCHI FRANCESCO della Società LA VETRICE e facente funzione di capitano della squadra. Per quest'ultimo l'Arbitro ne decretava l' espulsione, essendo stato precedentemente ammonito. Alla notifica del provvedimento disciplinare, il FACCHI spintonava il Direttore di gara cercando di aggredirlo ed invitava i suoi compagni di squadra a fare altrettanto;

- nella circostanza l'Arbitro perdeva il taccuino con i relativi cartellini, che venivano raccolti dal n. 2 della Società LA VETRICE, PANZERA FLAVIO che li esibiva come trofeo e li lanciava in campo, offendendo e deridendo il Direttore di gara;

- anche i calciatori n. 3 CESARETTI MARCO ed il n. 8 FONTI ALESSIO, notando l'aggressione dell'Arbitro, lo deridevano e lo offendevano gravemente.

- Il massaggiatore della Società LA VETRICE, PROIETTI FRANCO, entrava indebitamente in campo, intimidendo l’Arbitro se non li avesse fatti pareggiare;

- in seguito il calciatore n. 1 della Società LA VETRICE, ORGANTINI HELENIO, si avventava sull'Arbitro, mettendogli una mano aperta sul volto e con l'altra lo colpiva con uno schiaffo alla nuca, urlando istericamente, nonostante un compagno di squadra cercasse di bloccarlo;

- a questo punto l'Arbitro, avendo constatato che non esistevano più le condizioni per portare a termine regolarmente la gara, la sospendeva definitivamente al 48' del secondo tempo sul seguente punteggio:

LA VETRICE - CANARINI ROCCA DI PAPA 1-2

- l'Arbitro non riusciva a raggiungere il proprio spogliatoio perché più di un calciatore, cercava di colpirlo, fra questi anche il dirigente della Società LA VETRICE, LUZZI MARIO, precedentemente allontanato;

- in questo frangente il calciatore della Società LA VETRICE n. 5 MORONI ALESSANDRO, lo colpiva al volto con un pugno, causandogli forte dolore e fuoriuscita di sangue e, mentre l'Arbitro era in terra per le spinte ricevute da altri calciatori, il MORONI lo colpiva nuovamente con un calcio ad una gamba;

- l'Arbitro riusciva a rialzarsi e rientrare nello spogliatoio, grazie all'aiuto ricevuto dal vice capitano della Società LA VETRICE, e, per farsi proteggere, chiamava la Forza Pubblica;

- mentre il Direttore di gara era all' interno del proprio spogliatoio, il dirigente della Società LA VETRICE, D'ULIZIA MARCO, precedentemente allontanato, tentava di entrarvi, non riuscendovi e rivolgeva all'Arbitro, espressioni offensive e minacciose tentando, assieme agli altri componenti la squadra, di sfondare la porta;

- il D'ULIZIA, alla presenza dei Carabinieri, giustificava l' aggressione per, a suo dire "ai fini delle prestazioni arbitrali" e reiterava tale comportamento anche mentre l'Arbitro abbandonava l' impianto sportivo, scortato dalla Forza Pubblica;

- i sostenitori della Società LA VETRICE, in occasione delle aggressioni all'Arbitro, incitavano i propri calciatori alla violenza e tenevano nei confronti dello stesso, comportamento discriminatorio ed offensivo per motivi di colore;

- l'Arbitro era costretto a ricorrere a cure ospedaliere, come da referto medico che diagnosticava contusione al gomito sinistro e lieve escoriazione al labbro inferiore, guaribile in giorni 3 s.c.

- Tanto premesso, considerato che la mancata regolare conclusione della gara deve essere ascritta alla Società LA VETRICE;

- considerati i ripetuti ed ingiustificati atti violenti perpetrati nei confronti dell'Arbitro da propri tesserati.

- Visti gli art. 17 comma 1 e 18 comma 1 lett. g) del C.G.S.

DELIBERA

- di infliggere alla Società LA VETRICE la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3;

-di comminare alla Società LA VETRICE la penalizzazione di tre punti in classifica da scontarsi nella stagione corrente;

- di comminare alla Società LA VETRICE l'ammenda di Euro 600,00. (sanzione così determinata ai sensi dell'art. 11 commi 1 e 3 del C.G.S.)

- di inibire i dirigenti della Società LA VETRICE, D'ULIZIA MARCO fino al 30.10.2009 e LUZZI MARIO fino al 31.12.2009;

- di inibire fino al 30.06.2009 il massaggiatore della Società LA VETRICE, PROIETTI FRANCO;

- di squalificare i seguenti calciatori della Società LA VETRICE, nella misura appresso specificato:

MORONI ALESSANDRO fino al 29.04.2014 ORGANTINI HELENIO fino al 30.06.2012

FACCHI FRANCESCO fino al 31.12.2009 PANZERA FLAVIO 5 gare

FONTI ALESSIO 3 gare CESARETTI MARCO 3 gare


2 comments:

Anonymous said...

hahahaha. Splendid stuff.

Albert Herring said...

Don't you wish you'd been there with a camera...

Five year ban is quite a rare event, too, I imagine.